MCP Conseil
Il blog per raggiungere l'indipendenza energetica

Come aumentare la resa di un impianto fotovoltaico

Hai scelto di puntare sull’energia rinnovabile installando un impianto fotovoltaico abbinato ad un accumulatore, magari il nostro, con l’obiettivo di raggiungere l’indipendenza energetica. Con questo sistema potrai infatti produrre energia pulita direttamente sul tetto di casa tua, immagazzinandola per utilizzarla al bisogno.

Una volta scelta la tecnologia da installare è bene ragionare sulla sua efficienza e mettere in pratica tutti quei comportamenti che ti permetteranno di aumentarne la resa, per raggiungere prima l’indipendenza e soprattutto tagliare gli sprechi: la mancata efficienza non è un mancato risparmio in bolletta, ma è un costo!

I fattori che possiamo monitorare e migliorare, sempre entro certi limiti, sono quelli esterni all’impianto: la manutenzione e l’ombreggiatura sono quelli principali.

Una manutenzione ben fatta è il punto di partenza

Avere cura del proprio impianto è il primo passo per assicurarsi che questo lavori ad alta efficienza: significa pulirlo con cura e, una volta l’anno, controllare l’integrità di tutti i suoi componenti; il momento migliore per questo controllo è dopo l’inverno, quando la neve o la grandine potrebbero aver rovinato i pannelli.

La pulizia invece deve essere fatta quotidianamente, o almeno tutte le volte che ce n’è bisogno: dopo giornate ventose, che hanno magari portato sabbia o foglie sui pannelli, quando piove o quando si deposita del guano di uccelli. Fortunatamente le operazioni necessarie sono davvero semplici: basta avere una spugna e un secchio per lavare i pannelli semplicemente con l’acqua. Fai attenzione però alla spugna che scegli, deve essere morbida, in nessun modo abrasiva: graffierebbe il vetro dei pannelli, guastandoli anziché pulirli.

Non dimenticare di posizionare i pannelli al meglio

Generalmente quando si installano i pannelli fotovoltaici li si orienta in modo che ricevano la maggior quantità di luce solare, grazie a studi tecnici che permettono di calcolare la posizione del sole tutto l’anno.

Può accadere però che non si tenga conto di qualche elemento che crea ombra ai pannelli: un albero che cresce, un palo della luce di recente installazione… In questi casi bisogna intervenire per eliminare gli ostacoli: basta che un solo modulo sia in ombra per far calare le prestazioni dell’intero impianto perché è connesso a un’intera stringa. L’ultima soluzione sarà quella di spostare i pannelli o qualche modulo, se proprio non si riesce ad aggirare gli ostacoli.

Se sarai costante nella cura dei pannelli e se farai attenzione alle ombre che si possono creare, vedrai che il tuo impianto fotovoltaico renderà al meglio, riuscendo a farti raggiungere l’indipendenza energetica e salutando per sempre la bolletta della corrente.

Se vuoi sapere di più sul nostro sistema di accumulo

Contattaci per tutte le informazioni.

Compila il modulo per maggiori informazioni

Accetto la vostra Privacy Policy*

COMMENTI
0
Lascia un commento

POST CORRELATI