MCP Conseil
Il blog per raggiungere l'indipendenza energetica

Riscaldamento, 8 consigli su come risparmiare

Ecco alcuni consigli per risparmiare sulla bolletta rispettando l’ambiente

Il riscaldamento durante la stagione invernale è uno degli ambiti dove l’efficienza energetica gioca una delle sue partite più importanti. Ma che cos’è, esattamente, l’efficienza energetica? E perché è fondamentale conoscerla per ottimizzare le spese?

In ingegneria, l’efficienza energetica esprime la capacità di un sistema di ottenere un determinato risultato utilizzando meno energia rispetto a un concorrente. Ciò equivale ad avere un maggiore rendimento e, di conseguenza, un abbattimento dei costi di funzionamento. Lasciando da parte la teoria, l’efficienza energetica è, nella pratica, uno degli obiettivi più importanti che possiamo avere, sia su scala globale, sia individuale. A partire dalla nostra casa durante la stagione fredda.

1. Manutenzione della caldaia

Efficienza e manutenzione vanno sempre d’accordo. La manutenzione della propria caldaia permette all’impianto di riscaldamento di funzionare al meglio delle sue possibilità. Il controllo è obbligatorio per legge a cadenza biennale o quadriennale a seconda della tipologia della caldaia. Sulle oltre 19 milioni di caldaie installate nel nostro paese, solo pochissime sono di nuova generazione. Essendo già il rendimento molto basso, l’assenza di una corretta manutenzione fa lievitare ulteriormente i costi.

2. Sostituzione della caldaia

Nel caso la caldaia sia da cambiare perché obsoleta, oggi sono presenti diverse soluzioni come i modelli a condensazione e quelli a biomasse (pellet). Queste soluzioni sono più efficienti ed economiche delle caldaie tradizionali. Ad entrambe, inoltre, può essere abbinato un impianto per il solare termico in modo da ammortizzare ulteriormente i costi. L’alternativa più ecologica, tuttavia, è la pompa di calore, che sfrutta l’energia termica già presente in natura convogliandola nel nostro sistema di riscaldamento. Quest’ultima soluzione, in abbinamento a un impianto fotovoltaico con accumulo, oltre a essere bassissimo impatto ambientale, risulterà anche la più economica in modo da recuperare nel tempo i costi di installazione.

Schema pompa di calore

3. Isolamento termico

Durante l’inverno, anche la tua casa potrebbe aver bisogno di un cappotto. Viene, infatti, chiamato proprio cappotto termico quel rivestimento che si può applicare sia all’interno che all’esterno delle abitazioni così da proteggere gli ambienti dalle escursioni termiche e trattenendo la dispersione del calore.

4. Arieggiare nel modo corretto

La qualità dell’aria è molto importante per il nostro benessere, ma spesso, durante l’inverno, non siamo molto felici di aprire le finestre, anche perché in questo modo rischiamo di disperdere calore. Per arieggiare nel modo corretto è importare aprire più finestre in zone diverse della casa, lasciando le porte aperte per permettere il riciclo di aria. In questo modo l’aria della nostra casa potrà avere un ricambio più veloce. Se ne avete la possibilità, il momento migliore per compiere questa operazione è durante la mattinata.

5. Tenere i consumi monitorati

Un controllo periodico dei propri consumi può aiutare a individuare eventuali sprechi e ottimizzare i costi. Possiamo inoltre comunicare al gestore l’autolettura dei contatori affinché l’addebito sia proporzionato al consumo. È importante anche cercare di non superare i 20 gradi: oltre a essere contro la legge, ogni grado in più è responsabile di un aumento dei costi fino all’8%.

6. Le stufette elettriche sono da evitare

Anche se rappresentano un modo veloce di scaldare una stanza, il loro rendimento è dimezzato rispetto a quello del riscaldamento tramite caldaia. Se quello che ci interessa è mantenere una buona efficienza energetica, le stufette elettriche sono assolutamente da evitare. Se il riscaldamento non risulta sufficiente, una stufetta è solo una soluzione temporanea e poco efficace. Per una soluzione a lungo termine, invece, è meglio far controllare la caldaia e assicurarsi che infissi e finestre non siano i principali responsabili della dispersione del calore.

7. Attenzione ai termosifoni

termosifona

Siamo così abituati a vederli che spesso ce ne dimentichiamo. Eppure molto spesso assumiamo dei comportamenti sbagliati nei loro confronti. Innanzitutto, tutti i termosifoni moderni sono dotati di valvole regolatrici. Se fa troppo caldo, è meglio abbassare la loro intensità piuttosto che aprire le finestre. Inoltre, è inutile lasciarli al massimo della potenza quando siamo fuori casa. Giova anche ricordare che lo spazio attorno ai termosifoni va lasciato libero. Non ci si deve appoggiare nulla sopra e, soprattutto, bisogna evitare di posizionare i mobili troppo vicino per permettere al calore di diffondersi senza ostacoli

8. Regolazione automatica della temperatura.

Alcuni termostati hanno funzionalità smart che permettono una regolazione automatica della temperatura e possono anche essere accesi o spenti da remoto. Questa soluzione è ideale se viaggiate per lavoro e non siete sempre a casa, ma anche per impostare l’impianto su diverse temperature a seconda delle fasce orarie così da ottimizzare al meglio i consumi secondo l’utilizzo effettivo.

SCOPRI LE SONNENBATTERIE ED ENTRA CON NOI NEL MONDO DEL RINNOVABILE!

Compila il modulo per maggiori informazioni

Accetto la vostra Privacy Policy*

COMMENTI
0
Lascia un commento

POST CORRELATI