MCP Conseil
Il blog per raggiungere l'indipendenza energetica

Aggregatori e smart grid, come l’autoproduzione cambia (non solo) l’energia

Il modello dell’energia sta cambiando.

Oggi non ci sono solo grandi centrali elettriche, ma anche mini e micro-impianti in grado di generare elettricità da consumare “a km zero”. Queste fonti di energia distribuita, messe insieme, possono dar vita a quello che è un aggregatore virtuale. Già attive in altre nazioni, ma già sperimentate anche in Italia, le smart grid rappresentano una grande innovazione che può far bene sia all’ambiente che ai comuni cittadini. Cerchiamo di capire insieme che cosa sono e quali sono i loro vantaggi.

I possessori di un impianto fotovoltaico hanno già intrapreso il percorso che li porterà verso l’indipendenza energetica, autoproducendo parte dell’elettricità che utilizzano per le proprie attività quotidiane. Chi ai pannelli ha aggiunto un impianto di accumulo fotovoltaico, oggi riesce a ottimizzare l’elettricità in misura ancora maggiore, portando la propria quota di autoconsumo fino al 75%. Purtroppo, per la totale autonomia e la completa eco-sostenibilità, tutto questo non è ancora abbastanza. Ma la soluzione è a portata di mano: come molte delle cose migliori della vita, nasce dalla collaborazione.

Smart Grid e aggregatori virtuali: il futuro dell’energia è la condivisione

grid-1

Secondo un approfondimento apparso lo scorso anno su Solare B2B:

“Quelli degli aggregatori e delle microgrid sono i trend che potranno favorire una spinta allo sviluppo di fotovoltaico, storage, illuminazione smart, eolico, mobilità elettrica, climatizzazione. La creazione di reti smart dove gli impianti sono interconnessi tra loro sarà la via migliore per un futuro ancora più indipendente dalle fonti fossili, con significativi vantaggi per gli utenti finali e per la rete.”

Che cos’è una smart grid? Mentre la distribuzione dell’elettricità viene tradizionalmente concepita in modo unidirezionale (da centro a periferia), le smart grid introducono una dose di intelligenza nella gestione della rete elettrica. Quest’ultima, nel contesto di una rete intelligente, passa da essere un canale passivo che veicola energia elettrica a un ambiente attivo in grado di regolare diverse fonti energetiche, come un sistema in serie di accumulatori fotovoltaici. Grazie a un modello di gestione smart, gli aggregatori riescono a prevedere i picchi di consumo, adattando, di conseguenza, carichi, stoccaggio e priorità nell’utilizzo delle fonti.

Attraverso la tecnologia della smart grid, un aggregatore permette, dunque, di creare una centrale virtuale attraverso la messa in rete di centinaia e centinaia di sistemi di accumulo e fonti alternative rinnovabili.

Smart Grid e accumulo fotovoltaico: i vantaggi di una coppia perfetta

grid-2

La sonnenBatterie e gli altri sistemi di accumulo fotovoltaico sono come dei “mattoncini” che fungono da componenti fondamentali delle smart grid. Insieme ad altre fonti rinnovabili come eolico e biomasse, potrebbero essere, appunto, aggregati e integrati nella rete elettrica nazionale: l’energia da loro prodotta sarebbe scambiata sul mercato come fosse quella prodotta da una centrale. Ne avevamo già parlato riguardo ai vantaggi della sonnenCommunity.

Tra i principali vantaggi dell’impiego di smart grid e aggregatori anche nel nostro paese, basti elencare i tre seguenti:

  • sostituire progressivamente la produzione energetica tradizionale attraverso l’impiego di fonti rinnovabili
  • sviluppare una rete in grado di auto-monitorarsi e regolarsi
  • gestire in maniera intelligente il contributo di fonti discontinue come fotovoltaico ed eolico

sonnenCommunity ed Energy Sharing

grid-3

In attesa della normativa italiana, da un punto di vista tecnologico, con la sonnenCommunity sei già pronto alla trasformazione della rete elettrica. Un accumulatore fotovoltaico come la sonnenBatterie è, infatti, l’inizio di un percorso verso l’indipendenza energetica. Le smart grid, una volta introdotte anche per i prosumer italiani, permetteranno il superamento dell’attuale dicotomia tra autoconsumo e scambio sul posto.

Uno degli obiettivi di sonnen in Italia è quello di introdurre la possibilità per i nostri clienti e prosumer di contribuire direttamente al futuro aggregatore virtuale. La sonnenCommunity italiana, grazie all’impiego della tecnologia per la smart grid già integrata nella sonneBatterie, potrà così raggiungere l’omologa community tedesca. Azienda e prosumer diventeranno a tutti gli effetti un soggetto che produce e scambia energia completamente rinnovabile.

Vuoi entrare nella sonnenCommunity e già oggi consumare fino al 75% dell’energia che produci tramite il tuo impianto fotovoltaico? Contattaci!

Compila il modulo per maggiori informazioni

Accetto la vostra Privacy Policy*

COMMENTI
0
Lascia un commento

POST CORRELATI