Quanto è efficiente il fotovoltaico in inverno?

Uno dei fattori che pesa sulla decisione di installare un impianto fotovoltaico è certamente quello della brutta stagione: vale la pena di investire i propri soldi per avere un impianto attivo solo in alcuni mesi dell’anno?

Al momento della scrittura di questo articolo siamo in pieno inverno e viene spontaneo chiedersi quanto renda un impianto fotovoltaico nei mesi invernali, specie se si vive nel Nord dell’Italia.

Bisogna in primo luogo bisogna notare come, paradossalmente, il freddo non sia un nemico della produzione di energia fotovoltaica: le basse temperature non hanno alcuna ripercussione sulla produttività di un impianto, mentre una temperatura eccessiva sulla superficie dei pannelli solari può avere un’influenza negativa; idealmente una giornata di sole invernale può rendere quanto una estiva, almeno in proporzione.

Detto questo, rimane comunque il fatto che ci sono più ore di sole in estate che in inverno, e nonostante la media sia di 12 al giorno, la variazione oscilla da 9 nelle giornate invernali a 15 nelle giornate estive, con quelle di inverno che devono tenere conto delle maggiori probabilità di maltempo e cielo coperto.

Le condizioni climatiche avverse però non implicano un arresto della produzione: l’efficienza è legata alla sensibilità delle celle fotovoltaiche, che nei modelli di ultima generazione possono raggiungere fino al 30% della propria produzione media anche durante le giornate più nuvolose; solo copiose nevicate possono completamente bloccare la produzione fotovoltaica, depositandosi sulla superficie dei pannelli, ma considerando i dimensionamenti di un impianto residenziale è facile rimuoverla.

Parlando di altre avversità climatiche, il vento non rappresenta un problema, poiché se installati correttamente i moduli fotovoltaici possono resistere a raffiche fino ai 120 km/h; abbiamo invece già parlato di come una temperatura eccessiva possa compromettere la loro resa, ma a ciò si può porre rimedio scegliendo un’inclinazione e una posizione tale per cui essi non siano sovraesposti.

Vediamo quindi dati concreti sulla resa media degli impianti fotovoltaici in Italia, distinguendo tra quelli collocati in Regioni del Nord e quelli installati nel Sud.

Considerando un consumo elettrico di una famiglia media di 3kWh al giorno e un’angolazione ottimale dei pannelli fotovoltaici di 33 gradi, un impianto in una città del Nord può produrre oltre 1100 kWh all’anno, mentre uno al Sud può anche superare i 1400 kWh annui; dividendo per 365 giorni, abbiamo una produzione media di 3 kWh al giorno a Nord e di 3,8 kWh al giorno a Sud; in entrambi i casi i consumi di una famiglia media sono soddisfatti.

Ma vediamo la situazione in inverno e quella in estate.

produzione fotovoltaica in inverno
 

In effetti se analizziamo i mesi invernali a Nord (dicembre, gennaio, febbraio), un impianto fotovoltaico produce circa 170 kWh in totale, quindi poco meno di 2 kWh al giorno; per contro nei mesi estivi a Sud (giugno, luglio, agosto), la produzione può superare i 400 kWh totali, più di 4,4 kWh al giorno, ben sopra le possibilità di autoconsumo immediato.

Ma esiste una soluzione che permette di risolvere contemporaneamente questi due problemi: l’offerta di sonnen, articolata in sonnenBatterie e sonnenCommunity.

sonnenBatterie è un sistema di accumulo domestico che permette di immagazzinare l’energia prodotta dall’impianto e non immediatamente consumata, per poter adottare pratiche di autoconsumo in differita; il sistema di energy management e prese radiocomandate collegabili a dispositivi casalinghi smart permettono di ottimizzare ulteriormente l’uso dell’elettricità e di attivare automaticamente elettrodomestici con l’energia che eccede sia il fabbisogno immediato che la capacità di accumulo, come può succedere nelle giornate di sole.

sonnenCommunity è una comunità di energy sharing che permette di condividere virtualmente l’energia prodotta tra utenti, in modo che tutti siano in grado di coprire i loro fabbisogni, senza bisogno di attingere energia dalla rete. Bisogna comunque specificare che al momento della scrittura di quest’articolo, la normativa italiana impedisce l’attuazione delle comunità di energy sharing: segnali incoraggianti arrivano dalla Commissione energetica dell’Unione Europea, ma nel frattempo è disponibile una formula su misura che, per 9,90 € al mese, offre un bonus energetico di 1500 kWh/anno per la copertura dei costi per la materia prima energia e uno sconto sui costi passanti, oltre all’aggiornamento costante del software dell’Energy Manager e al monitoraggio proattivo dei consumi.

Non lasciarti fermare dall’inverno: scopri di più sul fotovoltaico con accumulo con sonnen!

aggiungi l'indipendenza elettricacon sonnenBatterie

Scegli le batterie fotovoltaiche e raggiungi facilmente anche tu il tuo fabbisogno energetico

Richiedi ora maggiori informazioni sulle sonnebatterie